Comunicato

Con riferimento all’articolo di stampa apparso sul quotidiano “Il Messaggero” di Roma in data 09/08/2017 avente come titolo: “Il Primario? E’ in vacanza” E il Pronto Soccorso è nel caos si ritiene necessario smentirne i contenuti e fornire alcune precisazioni.

In primo luogo, vero è che il responsabile del PS è in ferie, ma esso è attualmente regolarmente sostituito dalla Dott.ssa Giovanna Murante, la quale rientrando nei turni di guardia non può essere presente ininterrottamente H24 e per questo motivo nella mattinata di ieri non era presente.

In ogni caso, per ciascun turno è sempre presente un capoturno medico che risponde ad un numero di telefono dedicato ed è a disposizione, unitamente agli altri colleghi medici presenti, per fornire informazioni relative ai pazienti in trattamento.

In sala d’attesa è sempre presente un vigilante, incaricato esclusivamente di mantenere l’ordine, ma non spetta a questa figura il compito di regolare le file che invece sono chiamate dal box accettazione.

La situazione del PS, nella giornata di ieri, non era di particolare affollamento, come si vede, peraltro, dalle foto riportate nell’articolo: alle ore 15.00 risultavano 19 pazienti in attesa, a fronte di ben 137 casi chiusi nelle ultime 24 ore (pazienti ricoverati, trasferiti o dimessi).

Inoltre, allo scopo di fornire informazioni di maggiore dettaglio riguardo al personale, tutti i medici previsti dai turni regolarmente presentati alla Direzione Sanitaria per il mese di agosto, erano presenti: in particolare 4 medici in turno 8-20 ed uno 8-14. Non c’è stata pertanto alcuna riduzione del personale medico rispetto ad altri periodi dell’anno, nonostante il periodo di ferie. Altrettanto si può dire per il personale infermieristico, tutto al completo secondo le turnazioni ufficiali che non differiscono da quelle di altri periodi dell’anno. In particolare 10 infermieri nel turno 7-14; 9 nel turno 14-21; 7 nel turno 21-07. Al fianco degli infermieri, 5 unità di personale di supporto nel turno 7-14; 4 nel turno 14-21; 3 nel turno 21-07. Per quanto riguarda i tirocinanti, essendo un ospedale universitario, è prevista la frequenza di personale in formazione che, tuttavia, non ha alcuna autonomia e che viene assegnato ad un specifico tutor in assenza del quale ne viene proibita la presenza.  

A proposito della riduzione dei posti letto di degenza nei vari reparti dell’Ospedale, la Direzione Sanitaria ha proceduto ad una graduale riduzione dei posti letto come di consueto viene fatto nel periodo di ferie estivo. Tale riduzione è pari a circa il 15% del totale dei posti ospedalieri e ha interessato prevalentemente i ricoveri in elezione e non certo quelli da pronto soccorso.

Per quanto riguarda gli spazi, non risulta alcuna chiusura di “metà dell’area” di pronto soccorso, come riportato in maniera non corretta nell’articolo, ma risultano esclusivamente chiuse due stanze di “breve osservazione” a fronte della riduzione estiva. La Holding Area, ovvero come definito nell’articolo “lo stanzone”, alle ore 20.00 di ieri presentava 20 pazienti in attesa di ricovero; mentre le barelle nei corridoi erano relative a pazienti già in visita in attesa di esami strumentali di approfondimento.

In conclusione, questa Azienda tiene a precisare che pur trovandosi in un periodo di ferie del proprio personale, garantisce i servizi all’utenza, soprattutto in Pronto Soccorso, senza riduzioni di sorta.

L’umanità in questo ospedale è sempre stata al primo posto ed al personale tutto va riconosciuta   professionalità e diligenza che spesso va oltre quanto richiesto dal proprio ruolo, per tale motivo dispiace vederla mortificata quando gli articoli di giornale non rappresentano la realtà dei fatti.

La Direzione Strategica

Pronto soccorso on line Servizio prevenzione del suicidio Centro trasfusionale Trapianti organi e tessuti
Bollini rosa Linea Amica Bussola della Trasparenza Riforme costituzionali - Partecipa!